Il Progetto

“Le relazioni industriali nel settore commercio: analisi dei modelli e degli strumenti organizzativi sviluppati  dai partners sociali a livello europeo e degli stati nazionali membri al fine di garantire maggiori opportunità ai lavoratori e alle aziende.”

Questo è il titolo del progetto di cui Ente bilaterale del terziario: distribuzione e servizi della provincia di Perugia, è il capofila ed finanziato dalla commissione europea DG Employment, Social Affairs and inclusion Social Dialogue, Industrial Relations.

All’iniziativa hanno aderito le organizzazioni di rappresentanza dei datori di lavoro e quelle dei lavoratori di altri paesi europei quali: Confederaciò de Comerc de Catalunya (Spagna), Labour Institute of GSEE (Grecia), Latvijas Tirgotàju Asocacija (Lettonia), Buurt Super (Belgio), e Euro Commerce – The retail wholesale and international trade representation of the UE (Belgio); inoltre sono soggetti supporters la UNI EUROPA (Belgio), Confcommercio imprese per l’Italia (Italia) , La FISASCAT – CISL (Italia), la FILCAMS – CGIL (Italia), e la O.I.Y.E. Greek Federation of Private Employees (Grecia).

Il progetto ha lo scopo di trasferire tra i paesi partners le best practice in materia di rappresentanza sindacale. Inoltre saranno analizzate le azioni positive concertate dalle parti sociali all’interno di cinque tematiche:

  1. contratti di lavoro d’ingresso nel mondo del lavoro e prevedano dei percorsi formativi per accrescere le competenze dei lavoratori;
  2. conciliazione lavoro – famiglia;
  3. modelli manageriali che prevedano la partecipazione dei lavoratori e sistemi di retribuzione ancorati alla produttività;
  4. sostegno al reddito dei lavoratori e delle imprese per i
  5. sicurezza sui luoghi di lavoro

 

Di riflesso lo sviluppo, l’analisi  e la diffusione di questi studi avranno l’intento di favorire:

-          la conoscenza e la consapevolezza del Contratto Collettivo del Lavoro Nazionale di riferimento del proprio settore per favorire un mercato più sano, per ridurre la concorrenza sleale e per portare ad un modello di relazioni sindacali che sappia coniugare la ricerca della competitività con lo sviluppo della ambiente socio – economico locale.

-          Lo sviluppo della partecipazione della base associativa alla concertazione per meglio individuare le esigenze reali del mercato e rendere il processo della relazione sindacale parte integrante della cultura gestionale dell’azienda e rafforzare così il ruolo della concertazione.

  • La conoscenza, alla base associativa, delle opportunità a favore delle imprese e dei lavoratori offerte dalla contrattazione nazionale.

Per raggiungere tali obiettivi sono previste, tra l’altro, diverse azioni:

  • Seminari trasnazionali per l’analisi della documentazione nei paesi partner;
  • Seminari nazionali divulgativi presso i lavoratori e le aziende rappresentate dalle parti sociali
  • divulgazione della documentazione tramite newsletter, sito internet, forum web; brochure
  • produzione di una pubblicazione che raccolga e strutturi tutta la documentazione prodotta;
  • Conferenza finale presso la sede di Eurocommerce a Bruxelles per la disseminazione dei risultati.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>